Gita fuori porta: Mantova

Ciao a tutti!

È passato un po’ di tempo dall’ultimo post… tutto perché mi sono presa un momentino di pausa per recuperare tempo prezioso assieme al mio piccolino e al mio dolce marito.

Questo WE abbiamo fatto qualche giorno fuori casa, visitando una città a noi vicina e vista per la prima volta secoli fa: Mantova.

Che piacevole sorpresa! E’ davvero stata una gita fuori porta davvero voluta, tra benessere e breve scoperta artistico-culinaria della città.

In breve il percorso per vedere (mooooolto  velocemente) Mantova ed il suo centro storico.

Abbiamo parcheggiato in uno dei moltissimi parcheggi gratuiti (sì… gratuiti!!) intorno alla zona del Ponte San Giorgio.

Abbiamo quindi visto il Castello omonimo, per poi raggiungere il Duomo e il Palazzo Ducale in Piazza Sordello.

Da qui, una piccola deviazione verso Piazza Virgiliana, ove risiede il Monumento a Virgilio.

Tornati lungo Viale Cairoli, siamo andati a Piazza Broletto, con la Chiesa di Sant’Andrea, ed alla Piazza delle Erbe con la Torre dell’Orologio, da dove si origina Corso Umberto I, ricco di negozietti (a proposito, mi sento di consigliare un negozio FAVOLOSO per chi come me ama l’arredo shabby/country in ogni sua forma e colore!! http://www.gelsominicasa.it)

Giunti a Piazza Cavallotti, ci dirigiamo verso Piazza Martiri di Belfiore, direzione Palazzo Te.

Lungo il percorso ammiriamo il Palazzo di Giustizia e la Chiesa di San Barnaba, fino arrivare alla Casa del Mantegna e la Chiesa di San Sebastiano.

Una volta giunti a Palazzo Te, consiglio di entrare e vedere gli affreschi al suo interno. Io ahimé non l’ho fatto, ma ho il ricordo vivo di una bella gita scolastica di (ormai) un po’ di anni orsono.

Nel tornare indietro, abbiamo preferito raggiungere la sponda del Lago Inferiore per ricongiungerci al Ponte San Giorgio.

Sulla strada, ci siamo fermati a cenare presso la Taverna Cinquecento, che consiglio vivamente per l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Abbiamo soggiornato poco fuori Mantova, presso l’Hotel Villa dei Tigli a Rodigo (MN), che dista circa 25 min dal centro.

La scelta è stata dettata dal fatto che siamo andati grazie ad un favoloso regalo/cofanetto dei miei suoceri. Non male, posto pulito ed elegante, forse 4 stelle sono troppe per l’offerta, ma non ci siamo trovati male (abbiamo approfittato del centro benessere all’interno della struttura, piccolo ma ben tenuto).

Spero che questo breve resoconto sia utile a chi vuole fare una gita toccata e fuga in questa graziosa città. Vi lascio con una piccola gallery…

A presto!

firma blog copy

Mantova-0389

Mantova-0379 Mantova-0417 Mantova-0424 Mantova-0425

Mantova-0426 Mantova-0432 Mantova-0436 Mantova-0443 Mantova-0447 Mantova-0448

Mantova-0449 Mantova-0453 Mantova-0454 Mantova-0460 Mantova-0463 Mantova-0470 Mantova-0475 Mantova-0477

Annunci

Tutorial Casetta per le Chiavi / Keys Holder

Ciao a tutti!

Che tempaccio c’è da queste parti?? Non se ne può più!!

Obbligata a star chiusa in casa, mi son detta: cosa posso fare? Ed ecco che mi sono ricordata di una casettina di legno riposta nell’armadio, comprata al mercatino di Natale dell’Asilo di Ricky.

E così, è nato questo piccolo tutorial…

TUTO chiavi (1 di 1) copy

Materiali

Casetta di legno da decorare

Carta vetrata

Scotch neutro

Pennelli

Smalto acrilico colorato (io ho scelto il Veranda Green e il Chalk White della To Do)

Pittura lavagna (Chalk Paint), acquistata su Opitec

Decorazioni varie (nastrini, passamaneria, bottoni)

Colla a caldo

Procedimento

Dopo aver grattato la superficie della casetta con carta vetrata fine, pulire dalla polvere e passare almeno due strati di smalto/vernice acrilica del colore scelto.

TUTO chiavi (2 di 1)

Una volta asciutto, sbiancare la superficie con un pennello vecchiotto e duro, con la tecnica del Dry Brush, spiegata benissimo nel blog di Chiara. In breve, si puccia la punta del pennello, si scarica il colore su uno scottex e si passa il pennello nelle zone in cui si vuole creare l’effetto. Il risultato è il seguente:

tuto chiavi 5 e 7

Ho creato poi il riquadro “lavagna”, marcando la zona con dello scotch, passando poi due mani di vernice e lasciando asciugare praticamente un giorno intero.

tuto chiavi

Ho cominciato poi con le decorazioni a piacere! Nastino ric rac, pizzi, bottoni, ed uno splendido gesso profumato regalatomi a Natale.

Ho poi trasferito una scritta stamapata al PC (Keys) con questa tecnica:

tuto chiavi2

Ed ecco qui!! Il mio nuovo porta chiavi!!

before after

TUTO chiavi (15 di 1)-4 TUTO chiavi (15 di 1)-3

Vi piace?? Io lo adoro! Per non parlare del suo piccolo abitante… un tenero passerotto!

TUTO chiavi (14 di 1)-2

Un abbraccio!

COLLAGE copy

firma blog copy