Andalusia on the road – Itinerario di 8 giorni

Ciao a tutti!

Dopo un lungo silenzio dovuto quasi esclusivamente alla mancanza di tempo, finalmente ritorno!!

Oggi voglio raccontarvi il meravigioso viaggio appena concluso nelle meravigliose terre della Spagna del Sud, più precisamente l’ Andalusia.

Cominciamo!

Chi: Famiglia completa! Io, Diego e Ricky, 8 anni e mezzo

Dove: Andalusia

Come: Aereo Malaga A/R, noleggio auto per 9 giorni

Periodo: 04/05/2019 – 12/05/2019

Km percorsi: 2200km in auto, 100km a piedi

Clima: Caldo! Mediamente tra minime di 15 e massime fino a 30 gradi

Costi: Medi

Itinerario: Eccolo qua – Buona lettura!

Eleonora.

Annunci

Gita fuori porta – Acquario di Genova e Langhe

Erano anni che volevamo portare Ricky a visitare l’acquario di Genova, e finalmente ci siamo riusciti!

Approfittando dei punti Esselunga, abbiamo preso i biglietti e siamo andati in un tranquillo sabato mattina di metà ottobre. Dopo una breve colazione a Pegli in ottima compagnia, siamo arrivati molto presto – scelta azzaccatissima perchè eravamo massimo 10 persone all’interno.

Per tutte le info: https://www.acquariodigenova.it/info/

Terminata la gita a fine mattinata, ci siamo poi spostati nel nostro posto “autunnale” del cuore: Le Langhe.

Da Wikipedia

 

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall’UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell’umanità
Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato
(ENThe Vineyard Landscape of Piedmont: Langhe-Roero and Monferrato
Langhe.jpg
Tipo Culturali
Criterio (iii) (v)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2014
Scheda UNESCO (ENScheda
(FRScheda
Langhe
Langhe (in italiano)
Langa (in lingua piemontese)
View of Langhe from La Morra.JPG
Stati Italia Italia
Regioni Piemonte Piemonte
Territorio comuni della provincia di Cuneo e della provincia di Asti
Capoluogo Alba
Lingue italianopiemontese
Map of Langhe.gif

Mappa delle Langhe all’interno delle province di Asti e Cuneo

Le Langhe (Langa in piemontese) sono una regione storica del Piemonte, situata a cavallo delle province di Cuneo e Asti, confinante con altre regioni storiche del Piemonte, ossia il Monferrato e il Roero, e costituita da un esteso sistema collinare definito dal corso dei fiumi TanaroBelboBormida di Millesimo e Bormida di Spigno. Essa si può suddividere in:

  • Bassa Langa: zona compresa fra il Tanaro a nord e il Belbo a sud, con quote genericamente inferiori ai 600 m; è la zona dell’Albese, dei vini e del tartufo (rinomato il bianco di Alba).
  • Alta Langa: è la zona al confine con la Liguria, con quote massime sui 750 m e un picco di 896 m nel comune di Mombarcaro; qui dominano i boschi e la coltivazione della pregiata varietà di nocciole “tonda gentile delle Langhe”.
  • Langa Astigiana: zona nel sud della provincia di Asti, con Canelli a nord e il fiume Bormida di Spigno ad est, con un picco di 851 m nel comune di Serole.

D’estate, sono perfette per una fuga in agriturismo, magari con una bella piscina.

Ma in autunno danno davvero il meglio, grazie al foliage ed alle mille sfumature che le vigne assumono.

Come in ogni posto del cuore, ci sono anche persone del cuore.

Se non sapete dove andare (e un po’ mi spiace dirvelo perché è come svelare un segreto che vorrei tanto tenere per me!), vi consiglio vivamente l’ Agriturismo Tenuta San Giuseppe.

E’ uno di quei posti di cui ti innamori al primo incontro. In mezzo al nulla, in cima ad una collina, immerso nelle vigne, scaldato dal calore della pietra e ricco di profumi stagionali come il tartufo, l’uva, la vera essenza del Piemonte e delle Langhe.

Ad accogliervi ci sono Alessandro e Giulia, due persone deliziose ed attente, sempre sorridenti, gentili e ottimi conoscitori del loro territorio, dai vini ai formaggi, dai luoghi da visitare alle birre artigianali (la mia passione!).

Un luogo perfetto per i bambini, che potranno correre tra le vigne e giocare in compagnia di cani educatissimi ed abituati alla loro presenza.

Infine, il cibo: come a casa. Il formaggio e la carne che provengono da aziende familiari, nocciole in ogni forma, tartufo bianco durante la stagione autunnale, biscotti fatti in casa, prodotti delle aziende della zona, in vero mood Km0.

Insomma, un paradiso per chi ama la tranquillità, la gentilezza e l’umiltà di chi ama ancora la sua terra con entusiasmo e passione.

Alla prossima!

Eleonora

New Life for my Garden!

Ciao a tutti!

come vi avevo anticipato tempo fa, erano ANNI che desideravo dare un senso a quel piccolo spazio di verde che incorniciava la mia casetta, e che fino ad ora avevo abbandonato a sè stesso.

E così, mettendo via anno dopo anno, siamo finalmente riusciti a realizzare questo sogno!

Ecco come si presentava il giardino…

IMG-20150830-WA0011 IMG-20150830-WA0010 IMG-20150830-WA0005 IMG-20150830-WA0012

Un totale disastro!!! Se penso che per 8 anni è stato così…

Dopo un annetto di schizzi, disegni, progetti, e dopo MILLE posti, abbiamo finalmente trovato chi ci ha capiti ed ha messo in opera il nostro sogno!! Un ringraziamento speciale va quindi al team di Nicora Garden di Gazzada (grazie Moreno!!).

Piante: Di ciò che avevamo, abbiamo tenuto solo l’acero e le rose del gazebo. Abbiamo optato per piante molto “semplici” da gestire e abbastanze autonome! Per l’ingresso abbiamo optato per piante a fioritura primaverile e che richiedono un terreno acido (come il nostro!), come ortensie, rododendro, peonie e annuali (phlox e campanule). Per il laterale, abbiamo creato una zona per le spezie, piantato clematis da far salire sul lato “morto” della casetta, e scelto piante a fioritura estiva, come lavanda, agapanthus, rosmarino e ortensie. Per il gazebo, ho realizzato il mio sogno.. Un glicine!!! Ovviamente, da far rampicare al gazebo esistente, che necessita urgentemente di essere dipinto come la casetta!

Decori: Abbiamo comprato a Leroy Merlin una casetta in legno, circa 200×180, e l’abbiamo dipinta con 2 mani di fondo per esterni Sikkens e altre due mani di smalto per esterni della stessa marca, optando per un greige chiaro. Lo stile scelto è (ma dai??) quello Shabby… Ho mille progetti ancora, piano piano diverranno realtà!!

Pavimentazione: I camminamenti sono FAVOLOSI, abbiamo deciso anche di incassare delle luci per creare atmosfera per le sere di estate, scelta azzaccatissima perché sono davvero uno spettacolo!

Recinzione: onde evitare di avere troppe cose da dipingere e ridipingere, la scelta è caduta per una recinzione in PVC. Grazie a Zucchi, siamo riusciti a creare un ambiente caldo e per niente “sintetico” come pensavo!

Vi lascio alle immagini, scattate tra fine aprile ed ora… Spero vi piacciano, io sono super soddisfatta del risultato!

Un abbraccio,

Ele.